Analisi statistiche Ania, terza puntata - Così si evolve il mercato


Le polizze  individuali dei diversi rami vita stipulate in Italia nel 2016, hanno comportato un investimento di 102,2 miliardi di euro, con una diminuzione dell’11,4 per cento, rispetto all’anno precedente, quando furono spesi 114,9 miliardi. La raccolta operata dalle Banche conserva largamente la prima posizione con 64,2 miliardi ma l’incidenza è  in flessione dal 63,4 al 62,9 per cento rispetto al 2015. Agenti e Consulenti finanziari autorizzati sono in competizione per la piazza d’onore. I primi hanno raccolto 14,6 miliardi, pari al 14,3 per cento registrando un progresso rispetto all’anno precedente quando si erano attestati al 12,6 per cento. I consulenti finanziari hanno raccolto 14,2 miliardi di euro ma sono scesi dal 15,9 al 14.

Ed ecco il quadro delle polizze più importanti del settore. Per la raccolta premi delle polizze “Vita Umana” individuali, si è verificata una contrazione da 77,8 a 73,6 miliardi di euro che ha colpito soprattutto le banche scese dal 68,5 al 67,4, con 49,6 miliardi raccolti contro i 53,7 dell’anno precedente. Progredisce la raccolta operata dagli Agenti delle Compagnie dal 15,3 al 16,2 per cento. In salita anche quella attraverso Web e Telefono che passa dal 8,1 all’8.6. Calano invece i consulenti finanziari dal 7,6 al 7,2.

24 miliardi sono stati affidati nel 2016 ai Fondi di investimento. 13,1  tramite le banche rispetto ai 17,1 miliardi  del 2015. Gli istituti di credito si confermano in testa alla classifica . ma  accusano una variazione di incidenza negativa del 25,3 per cento. Analogo andamento quello dei consulenti finanziari che si classificano al secondo posto avendo raccolto nel 2016 8,8 miliardi contro i 12,2 del 2015, con una variazione di incidenza  negativa del 27,9 per cento. In crescita gli Agenti delle Compagnie che hanno raccolto 1,7 miliardi con l’incidenza che sale dal 5,1 al 7,3 per cento. Vendita diretta (telefono e Internet) ha in questo settore una quota piuttosto esigua con una raccolta di 333 milioni e una variazione di incidenza negativa del 18,1 per cento.

Per le polizze ramo vita collettive la raccolta premi più consistente è quella dei fondi pensione che nel 2016 ha superato il miliardo di euro con aumento della quota degli istituti bancari e degli agenti delle compagnie.

Nel complesso le polizze collettive dei rami vita hanno superato i 5,3 miliardi di euro con la prevalenza (2,7 miliardi) della raccolta operata per telefono o via Internet che ha presentato  una incidenza del 52,4 per cento.
(3 continua)