IL MERCATO ASSICURATIVO IN AMERICA LATINA

Prima puntata di una panoramica internazionale sulle assicurazioni, con una particolare attenzione alla Responsabilità Civile Auto.
Partiamo da lontano, dal Sud America.

di Nicola Odinzov  
                                                                   
Nonostante la persistente crisi economica, il mercato assicurativo in America Latina negli ultimi tre anni è rimasto redditizio. Il successo di questo settore è storicamente legato ai tassi di interesse, all'aumento del reddito e all’espansione dei mercati. Tuttavia riguardo alle condizioni economiche e alla domanda di prodotti assicurativi sussistono forti differenze tra i paesi  e comune denominatore sia un mercato insufficiente. Il Fondo Monetario Internazionale ha previsto per il 2017 una crescita del PIL del 1,6%, condizionata dalla capacità dei principali mercati di risolvere i propri squilibri economici ed aumentare gli investimenti nelle infrastrutture.

Un aumento del reddito incoraggerebbe i consumatori ad assicurare più auto e case, ed investire in prodotti vita e salute, fornendo così una spinta ai mercati assicurativi. Allo stesso tempo, i nuovi progetti di infrastrutture e produzione di energia, previsti in alcuni paesi, dovrebbero rafforzare la domanda di prodotti commerciali. In questo contesto, gli assicuratori dovranno accelerare la trasformazione digitale per aumentare l'efficienza, attirare consumatori ed ampliare la portata del mercato. Nel mercato assicurativo latino americano la maggior parte delle polizze è ancora acquistata attraverso canali tradizionali e gli assicuratori non hanno rapporti diretti con il cliente, spiega Duarte Carvalho, Insurance Advisory Leader di Ernst & Young. La sfida principale per le compagnie di assicurazione nei prossimi anni è impegnarsi direttamente con il cliente senza creare conflitti con gli altri canali di distribuzione, investendo soprattutto nei social media ed in tutti gli altri canali digitali.
Negli ultimi anni, la recessione ha gravato pesantemente sui mercati chiave del settore, in particolare sul Brasile, che rappresenta circa la metà del mercato assicurativo dell’America Latina. In vero, come già affermato, il settore assicurativo ha reagito relativamente bene alla crisi economica della regione, ma con modalità molto diverse tra paese e paese. Ad esempio, in Argentina i premi sono aumentati del 41% tra il 2014 e il 2015. In Brasile al contrario, la diminuzione delle vendite di assicurazioni auto e la crescente disoccupazione hanno causato una diminuzione dei premi che tra il 2014 e il 2016, sono passati dall'11% al 10,3%, mentre la crisi economica e politica del Venezuela ha fatto scendere nel 2015 di oltre il 25% i premi.

Il Munich Re Economic Research prevede che nel 2017 in America Latina i premi vita cresceranno di circa il 5% mentre i premi di proprietà e casualità (P&C) aumenteranno del 2,5%. Edgar Sánchez, Presidente di Ernst & Young Colombia afferma: “Siamo ottimisti circa l'attività di assicurazione nel 2017, un pickup nei prezzi del petrolio dovrebbe aiutare l'economia, una stabilità delle valute potrebbe rafforzare la vendita di auto, e la svolta a lungo attesa in Brasile potrebbe far crescere gli altri mercati".

Dunque, solo riduzione dell’inflazione, aumento del reddito pro-capite e stabilità dei mercati potranno aumentare la domanda di prodotti assicurativi in America Latina, ma in tale ottica cambiamento politico degli USA sotto l'amministrazione Trump potrebbe minare la ripresa economica della regione.
(1- continua)