Sicurezza stradale: nuova idea per i pedoni


Il giubbotto catarifrangente obbligatorio anche per chi cammina in strada di sera, in situazioni di scarsa visibilità. E' la proposta dell'Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna, per abbassare il numero di vittime negli incidenti.

Secondo i dati Istat citati dall'Osservatorio, dal 2010 al 2015 è calata la mortalità sulle strade emiliano-romagnole, passando da 401 a 326 vittime, la metà delle quali è però costituita dagli 'utenti deboli', cioè pedoni, ciclisti e motociclisti. Estendere anche ai pedoni l'uso del catarifrangente, già obbligatorio per i ciclisti fuori dai centri abitati, può ridurre i morti, contrastando "i rischi creati dal buio, dalla scarsa illuminazione della strada e dall'uso di abiti scuri", spiega l'Osservatorio.
Un'altra possibilità di segnalazione suggerita è l'inserimento nelle pettorine di sistemi di illuminazione.