Progetto PAsCAL: ACI protagonista con altri 12 partner europei


Un consorzio composto da 13 autorevoli partner internazionali impegnato a monitorare i livelli di conoscenza e di accettazione dei cittadini europei nei confronti delle nuove tecnologie di guida autonoma e connessa, al fine di spianare la strada alla diffusione dei CAVs (Connected and Autonomous Vheicles) attraverso la realizzazione di una vera e propria “Guide2Autonomy” (G2A): 100 raccomandazioni di carattere tecnico, politico, giuridico ed economico rivolte a tutti gli stakeholder che faciliteranno ed orienteranno le scelte strategiche sui futuri sistemi di mobilità a livello internazionale, nazionale e locale.

Grazie ai finanziamenti del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 hanno preso avvio il 1° giugno 2019 le attività del progetto europeo PAsCAL (acronimo di “Enhance driver behaviour and Public Acceptance of Connected and Autonomous vehicLes”), che si pone come obiettivo proprio quello di favorire ad ogni livello, dal consumatore-utente ai decisori pubblici, un proficuo ed efficace approccio al mondo dei CAVs e dei sistemi di trasporto cooperativi, accelerandone quindi la diffusione e un responsabile utilizzo, con particolare attenzione all’educazione stradale e alla fase di interazione tra veicoli tradizionali e a guida autonoma.

Protagonisti del progetto, insieme all’Automobile Club Italia, altri 12 importanti partner europei: Luxembourg Institute of Science and Technology (coordinatore), Università di Mannheim, Università di Leeds, Università di Liverpool, Università di Bourgogne Franche-Comté, RED Driving School, European Blind Union, Etelätär Innovation, Inetum, E-Bus Competence Center e LuxMobility.

Nell’arco dei suoi tre anni di durata il progetto PAsCAL effettuerà dunque sondaggi, simulazioni e veri e propri test pratici in quattro Paesi europei per misurare l’attuale percezione che hanno i consumatori-utenti di mobilità nei confronti dei CAVs, favorirne l’accettazione e stilare le regole basilari per un’armonica penetrazione delle nuove tecnologie nel complesso contesto della nostra mobilità quotidiana.